5 May 2015

CINEMA

"Sherlock Holmes - Gioco di ombre": un sequel con due protagonisti d'eccezione

Sherlock Holmes - Gioco di ombre: un sequel con due protagonisti d'eccezione

"Sherlock Holmes - Gioco di ombre" è il primo Sherlock Holmes cinematografico firmato da Guy Ritchie con una coppia di protagonisti funziona a meraviglia. La complicità e la chimica fra Robert Downey Jr./Holmes e Jude Law/Watson è sicuramente la chiave del successo del film. Una spy-story di ambientazione Vittoriana con elementi da fumetto steam-punk; condita con esplosioni, inseguimenti, rocambolesche fughe, sparatorie e risate. In "Sherlock Holmes - Gioco di ombre" troviamo Holmes e Watson di nuovo assieme in una missione che li trascinerà in giro per l'Europa assieme a una zingara in un gioco al gatto e al topo con il perfido Moriarty. Quando il principe ereditario d’Austria viene trovato morto, tutte le tracce raccolte dall’ispettore Lestrade sembrano convergere verso il tipico caso di suicidio. Ma Sherlock Holmes comprende, invece, come il nobiluomo sia stato più probabilmente vittima di un omicidio premeditato, un assassinio che è soltanto una tessera di un più grande e oscuro mosaico dietro il quale si cela il malvagio professor Moriarty. Unendo gli affari al piacere, Holmes rintraccia poi altri indizi sul caso nel club dove, con suo fratello Mycroft, si incontra con Watson per festeggiare l’ultima notte di celibato prima che questi si sposi con Mary Morstan. Nel club c’è anche Sim, una zingara cartomante, che sa più di quanto racconti sul caso del principe defunto e che, probabilmente, potrebbe essere la prossima vittima di Moriarty.

TAGS
COMMENTI (0)