21 Oct 2015

CINEMA

Ritorno al Futuro: tutte le curiosità sulla saga

Ritorno al Futuro: tutte le curiosità sulla saga
1 commento
"Grande Giove!". Finalmente ci siamo: dopo un’attesa lunga circa trent'anni, Doc e Marty McFly ritornano al futuro anche nella nostra realtà. Il 21 ottobre 2015, infatti, è la data che i nostalgici degli anni Ottanta e i cultori del famoso film  "Ritorno al Futuro" diretto da Robert Zemecksis e interpretato da Michael J. Fox e Christopher Lloyd, attendono da tempo. In realtà in quella che nel 1985 era una futuristica e lontanissima data, non ci sono ancora automobili volanti, skateboard aerei e macchine del tempo, ma questo resta sicuramente un giorno che era atteso da intere generazioni da quando è stata girata la trilogia del film campione di incassi e premio Oscar e simbolo di un’epoca. 

Ritorno al Futuro 2015


Nel secondo episodio della saga del film, datato 1989, Doc, Marty e la sua ragazza Jennifer arrivano nel futuro, viaggiando 16 anni in avanti nel tempo fino al 21 ottobre del 2015. Per questo motivo è stata indetta in tutto il mondo la giornata dedicata a "Ritorno al Futuro"Il fatto più sorprendente è accaduto come al solito negli Stati Uniti: un comitato di fan ha raccolto le firme per presentare al Presidente Barack Obama una petizione con una richiesta molto particolare, cioè che il 21 ottobre sia proclamata festa nazionale.


Ritorno al futuro: le curiosità sulla trilogia


Lo sapevate che nella sceneggiatura originale la macchina del tempo non era un’automobile? Marty e Doc infatti avrebbero dovuto viaggiare nel tempo grazie... Ad un frigorifero! Abbandonata l'idea del frigo, gli sceneggiatori hanno deciso di ripiegare su una macchina, la DeLorean, che va obbligatoriamente alimentata con del plutonio in modo da creare una reazione nucleare, unico modo per generare gli 1,21 gigawatt di potenza elettrica necessari per permettere il viaggio nel tempo.

Durante le prime proiezioni di del film, le reazioni del pubblico non furono particolarmente positive, poichè non si capiva bene se si trattava di una commedia o di un film d’avventura. Così il regista si convinse che non avrebbe mai voluto girare il sequel. Ma poi il film sbancò ai botteghini e chissà come mai il buon Zemeckis cambiò idea!

Ritorno al futuro: le curiosità sul cast


La carriera di Michael J. Fox prese una piega eccezionale proprio grazie alla trilogia di Ritorno al Futuro, ma pare che quando venne ingaggiato non fu proprio al settimo cielo. Erano infatti in corso le riprese della storica sitcom Casa Keaton dove lui era uno dei protagonisti, così per un bel po' si trasformò in una specie di supereroe dei set cinematografici: la mattina girava Casa Keaton, mentre dal pomeriggio a notte fonda andava sul set di Ritorno al futuro.

Chi se lo sarebbe mai aspettato che proprio Michael J. Fox fu in realtà un rimpiazzo di un altro attore: inizialmente infatti la parte di Marty fu assegnata a Eric Stoltz. Pare che però sia alcuni atteggiamenti spiacevoli con alcuni colleghi, che alcune faccende a dir poco singolari come farsi chiamare Marty anche fuori dal set, fecero cambiare idea ai produttori, sostituendolo con Michael J. Fox.

E adesso alzi la mano chi sa che Doc poteva essere il “Trinity Killer”... Sì, se state pronunciando nella vostra testa "Hello, Dexter Morgan" avete proprio capito bene. Ormai ben trent'anni fa, John Lithgow avrebbe potuto pronunciare un altrettanto straordinario "Hello, Marty McFly" se le scelte degli addetti ai casting di Ritorno al futuro fossero rimaste le originarie. Doveva infatti essere proprio lui, il grande Trinity Killer della quarta stagione di Dexter, a recitare nei panni di Doc, ma alla fine fu scelto Cristopher Lloyd. Chi se lo sarebbe mai aspettato?!

Ritorno al futuro: la colonna sonora


Le musiche originali del film sono di Alan Silvestri che aveva già collaborato con Robert Zemeckis per All'inseguimento della pietra verde, ma al produttore esecutivo Steven Spielberg quella colonna sonora non era piaciuta. Zemeckis allora consigliò a Silvestri di comporre qualcosa di più grande ed epico, per impressionare Spielberg... E ci riuscì, conquistando tutta la produzione che decise di affidare a lui la colonna sonora.
Quando Marty McFly viene giudicato alle audizioni della band all'inizio del film, il giudice che si alza è il cantante Huey Lewis, le cui canzoni, "The Power of Love" e "Back in Time" sono incluse nella colonna sonora del film. Lewis ha scritto anche la canzone dell'audizione di Marty, che di fatto è una versione ri-orchestrata proprio di "The Power of Love"


TAGS
COMMENTI (1)