17 Mar 2016

SERIE TV

Fringe: tutte le stagioni in streaming sono disponibili su Infinity

Fringe: tutte le stagioni in streaming sono disponibili su Infinity

Fringe: la trama

Ideata da J.J. Abrams, Alex Kurtzman e Roberto Orci, la serie TV segue le vicende della divisione Fringe dell'FBI di Boston, in Massachusetts, e opera sotto la supervisione del Dipartimento della Sicurezza Interna degli Stati Uniti. La squadra di agenti si occupa delle indagini legate alla cosiddetta scienza di confine, ovvero la fringe science. Olivia è un'agente dell'FBI che per risolvere un caso molto particolare si vuole rivolgere al Dr. Walter Bishop, scienziato che un tempo lavorava esperimenti governativi relativi al paranormale e al soprannaturale. Sfortunatamente Bishop è rinchiuso in un ospedale psichiatrico a causa di un incidente di laboratorio che lo condusse ad essere dichiarato non capace di intendere e di volere. L'unica possibilità per fare uscire il Dr. Bishop è il figlio Peter, che, sebbene dotato di un'intelligenza superiore ha deciso di vivere di espedienti e piccole truffe in Iraq. Convinto il figlio a firmare i documenti per dimettere il padre, Olivia, sotto il comando dell'agente della sicurezza nazionale Phillip Broyles, forma coi due la Divisione Fringe per indagare su fenomeni inspiegabili.


Fringe: la sigla

A partire dalla seconda stagione, la sigla presenta alcune varianti che anticipano l'ambientazione dell'episodio.
Sigla rossa: apre gli episodi ambientati nell'universo parallelo e rispetto a quella tradizionale, le immagini sono colorate di rosso, sottolineando come la scienza di confine di un universo parallelo tratti argomenti differenti rispetto a quello della sigla blu.
Sigla blu/rossa: è un collage delle due sigle. È stata utilizzata una volta, nell'ottavo episodio della terza stagione in cui Olivia riesce ad interagire in entrambi gli universi, riuscendo a tornare nel suo.
Sigla anni '80: utilizzata solo due volte in tutta la serie TV, serve ad introdurre episodi interamente ambientati negli anni ottanta. Nonostante lo schema della sigla sia lo stesso di quella tradizionale, viene utilizzata una computer grafica molto più semplice, riconducibile proprio allo stile in voga in quel decennio.
Sigla nera: comparsa soltanto una volta nell'episodio finale della terza stagione e anticipa un episodio ambientato nel 2026. 
Sigla color ambra: è la sigla standard della quarta stagione e presenta episodi ambientati in un presente in cui i due universi sono collegati da un ponte: il colore ambra, infatti, simboleggia l'unione tra i due colori delle precedenti sigle.
Sigla blu notte: compare in un solo episodio della quarta stagione e in tutti gli episodi della quinta stagione. Tutti gli episodi in cui compare sono ambientati in un futuro dominato dagli Osservatori.

Fringe: gli osservatori

Gli Osservatori  sono personaggi molto misteriosi, di cui è poco chiara l'origine. Il loro volto è pallido, completamente glabro ed inespressivo; nelle rare volte in cui li si vede interagire con qualcuno, sembrano essere privi di qualsiasi tipo di emozione. Indossano sempre un completo ed un cappello nero. Il loro comportamento ed abbigliamento li rende "anonimi" quando si trovano in mezzo ad una moltitudine di persone, il loro compito, infatti, è quello di osservare gli eventi, senza mai intervenire. Gli osservatori sono sempre presenti ogni volta che si sono verificati eventi particolari come incidenti, assassini, scoperte scientifiche o eventi apparentemente inspiegabili che hanno modificato il corso della storia. Possiedono una grande forza fisica, anche se non la adoperano spesso. Apparentemente non possono "sentire" i sapori cosa che li spinge solitamente ad ordinare pasti esageratamente piccanti o saporiti, fra cui carne molto al sangue, peperoncini verdi piccanti, tabasco o un intero barattolo di pepe.

Fringe: curiosità sulla serie TV

L'episodio pilota di Fringe è stato girato in Ontario, ma il resto della prima stagione a New York.  Il pilot, della durata di due ore, è costato circa 10 milioni di dollari, superando quello di Lost, nella classifica dei più costosi della storia. Durante la messa in onda della prima stagione, l'Osservatore è stato individuato in vari programmi televisivi, confuso tra il pubblico oppure avvistato durante altri eventi.
Nell'edizione americana di Fringe, in diversi momenti di ogni singolo episodio, sono stati inseriti dei glifi, ovvero singoli fotogrammi rappresentanti diverse figure, generalmente una foglia, una mela, un fiore, una farfalla, una rana, un cavalluccio marino, una mano e un volto. Essi rappresentano un codice preciso che nasconde una parola diversa per ogni episodio e che aggiunge maggiori informazioni sulla soluzione dell'enigma da risolvere.
 


via GIPHY

TAGS
COMMENTI (0)