Un film al di fuori dei canoni italiani: Il testimone invisibile è su Infinity

A partire da oggi, per una settimana su Infinity è disponibile “Il testimone invisibile”, il primo thriller prodotto da Warner ed ha come protagonisti due attori italiani di respiro internazionale: Miriam Leone e Riccardo Scamarcio.
Andrea Doria (Riccardo Scamarcio) è figlio della Milano bene. Ricco imprenditore di successo, alla guida della sua BMW e con il Rolex al polso, una mattina si sveglia in una camera d’albergo accanto al corpo senza vita della sua amante.
Dichiaratosi innocente sin da subito, dovrà collaborare con la penalista Virginia Ferrara famosa per non aver mai perso una causa e costruire insieme, in 180 minuti, la sua strategia di difesa.
Tutti lo considerano colpevole, ma lo è veramente?

 

Figlio della pellicola spagnola del 2016 Contratiempo, Il testimone invisibile è perfetto per gli amanti del crime e dei thriller; la pellicola in Italia ha incassato oltre due milioni di euro e nominata ad un David di Donatello.
Dalla regia di Stefano Mordini, il film ha una sceneggiatura che non è affatto banale ed è proprio per questo motivo che riesce ad emergere, e distinguersi all'interno del panorama del cinema italiano. Con un cast d’eccezione, ogni personaggio ha il suo spazio ed una propria personalità.
Un film ricco di dettagli, dall'inizio alla fine, che aiutano lo spettatore - attento - a capire e cercare di risolvere il caso minuto per minuto, senza attendere lo scioglimento finale. Un’attenzione per i dettagli al pari della professionista Virginia Ferrara, che aiuta a scoprire il fautore di quell'omicidio che ha solo un presunto colpevole.
Il perno intorno al quale ruota tutta la pellicola è quello della teatralità, un film quasi pirandelliano dove ognuno dei protagonisti che s’incontrano nel corso di tutti i 102 minuti indossano una maschera. È proprio questa la chiave di lettura in cui, lo schermo è un grande palcoscenico dove ogni attore recita la sua parte. È proprio la teatralità la chiave di lettura dell’intero film, ed anche per questo motivo Il testimone invisibile si scosta molto da quelli che sono i canoni del classico all’italiana.
Con un finale decisamente a sorpresa, venite su Infinity a vedere la seconda Première di aprile. Perché per Infinity, il cinema viene prima di tutto.

COMMENTI (0)