Tanti, tanti, auguri per la tua morte: lo slasher su Infinity

Appassionati di film horror, udite: torna Auguri per la tua morte ad ampliare il catalogo da brividi di Infinity.


Un horror avvincente e sanguinolento che riprende il tema del loop temporale. È proprio in uno di questi che si trova la protagonista Tree (Jessica Rothe), una studentessa del college costretta a rivivere continuamente il giorno del suo compleanno. Un compleanno che però coincide anche con il giorno della sua morte. E quindi, ovviamente, tanti auguri per la tua morte Tree! La ragazza deve rivivere ogni giorno la propria giornata, nei suoi momenti più quotidiani, fino al momento del tragico omicidio. Ma invece di seguire il tunnel di luce bianca dopo essere stata pugnalata a morte alle spalle da un uomo con una maschera, Tree finisce in un vortice temporale in cui il giorno del suo compleanno, o meglio, della sua morte, si ripete all’infinito. Gli resta solo un modo per liberarsi dall’incubo che è costretta a rivivere: la studentessa deve scoprire l’identità e il movente del suo assassino.


L’inquietante film slasher, prodotto da Blumhouse (la stessa casa madre di Split, Ouija e The Visit), diventa la versione horror e macabra della famosa commedia Ricomincio da capo di Bill Murray, il cult degli anni ’80.
Con la regia di Christopher Landon, Auguri per la tua morte riporta sul grande schermo lo spirito e le atmosfere dei vecchi popcorn movies. L’attrice protagonista, Jessica Rothe, ha mostrato una grande capacità trasformativa che le fa vestire i panni della ragazza superficiale e insignificante, così come quelli della brava ragazza, riuscendo a mostrarne le sfumature intermedie.


Se vuoi essere sicuro di rimanere con il fiato sospeso per 96 minuti, Auguri per la tua morte è il film che fa per te.

COMMENTI (0)