La Grande Bellezza: a cinque anni dall’uscita, rivivi il film su Infinity

La Grande Bellezza in streaming su Infinity


Per omaggiare i cinque anni de "La Grande Bellezza" ripercorriamo insieme alcuni dei luoghi che hanno fatto da sfondo a questo capolavoro di Paolo Sorrentino. Il film ci racconta di una Roma bella e decandente, in cui troviamo tutti i clichè dell'umanità di un certo livello.  Troviamo dame dell'alta società, parvenu, politici, criminali d'alto bordo, giornalisti, attori, nobili decaduti, alti prelati, artisti e intellettuali veri o presunti, tutti intenti ad alimentare rapporti privi di senso, fagocitati in una realtà che si agita nei palazzi antichi, ville sterminate e splendide terrazze. Ad osservare questa realtà del tutto particolare, patinata e vacua allo stesso tempo, troviamo il giornalista Jep Gambardella, interpretato magistralmente da Toni Servillo.

Il film è stato presentato per la prima volta in concorso al Festival di Cannes nel 201 e lo stesso anno ha addirittura vinto il Premio Oscar come miglior film straniero, il Golden Globe e il BAFTA nella stessa categoria, quattro European Film Awards, nove David di Donatello e cinque Nastri d'Argento e numerosi altri premi internazionali.

I luoghi de La grande bellezza


Seguendo le avventure notturne, gli incontri, le feste e le passeggiate dello scrittore in crisi Jep Gambardella, Paolo Sorrentino firma non solo un film, ma anche un omaggio ad una città sorprendente anche nei suoi angoli più nascosti. Impossibile riportare qui tutti i luoghi iconici che compaiono in La grande bellezza : molti i grandi “classici” come Piazza Navona, la Terrazza del Pincio, il Parco degli Acquedotti, Villa Medici e molti palazzi nobiliari oggi diventati musei. Una curiosità: l’imponente statua del Marforio che compare nella locandina internazionale del film è una delle sei “statue parlanti” di Roma, a cui già dall’antichità i Romani affiggevano messaggi anonimi di critica al governo della città. In realtà l’immagine è un fotomontaggio: il Marforio si può ammirare nel cortile di Palazzo Nuovo ai Musei Capitolini, mentre la panca di marmo bianco su cui Jep è seduto in giacca gialla è nel Salone delle Fontane all'EUR.

FOTOGALLERY
COMMENTI (0)