King Arthur – il potere della spada: l’evoluzione di una leggenda

L’ultimo lavoro di Guy Ritchie, King Arthur – Il potere della Spada è disponibile su Infinity fino al 19 agosto. Il regista britannico per realizzare questa pellicola, si è circondato di interpreti già accostati al genere Action. Nel cast infatti ci sono Charlie Hunnam, l’amatissimo sex symbol Jude Law, Katie McGrath (Supergirl), Annabelle Wallis (Annabelle, ora al cinema con Prendimi!), Eric Bana (Troy, Hulk) e Aidan Gillen.


Dopo aver sconfitto gli eserciti del mago Mordred, il sovrano britannico Uther Pendragon diviene bersaglio delle mire ambiziose di suo fratello Vortigern.  Invidioso e spietato, quest'ultimo organizza un complotto in cui vengono uccisi sia il Re che la Regina. L’unico a sopravvivere al massacro è il figlio dei sovrani, che viene trasportato dalla corrente del fiume fino a Londinium, dove verrà chiamato Artù. Negli anni dell’adolescenza, il giovane, ignaro erede al trono, ha avuto modo di affrontare la strada e diventare uomo, apprendendo l’arte del combattimento e dimostrando anche una certa astuzia. Un giorno, insieme a due amici, Artù si imbatte in un gruppo di Vichinghi affiliati alle Maschere Nere, le milizie del nuovo re.  Lo scontro, però, non ha esito positivo e così il giovane si trova prigioniero di Vortigern. Inizia dunque un viaggio che lo catapulterà nel passato, passando da Excalibur fino a raggiungere Camelot.


Una saga nota da secoli, nata intorno al dodicesimo secolo, torna quasi mille anni dopo con un’aria decisamente più fresca. Le vicende di Artù, Morgana, Merlino e Lancillotto sono state parte del filone più importante di tutta la letteratura medievale. Questa volta, su Infinity puoi trovarle condite con l’inconfondibile salsa "Ritchie": da non perdere!

COMMENTI (0)