Brad Pitt due volte su Infinity con World War Z e Allied: un’ombra nascosta

Doppietta per Brad Pitt su Infinity: l’ex (e aitante) eroe greco arriva sugli schermi di Infinity con World War Z e Allied: un’ombra nascosta. Scopriamoli insieme.

 




World War Z


In World War Z (2013) potrai vedere Brad Pitt, nei panni di Gerry Lane, alle prese con gli zombie.
Gerry Lane, un impiegato delle Nazioni Unite ritiratosi a vita privata, si ritrova ad affrontare orde di persone infette da un male sconosciuto e altamente contagioso. L’epidemia minaccia l’umanità intera e Gerry Lane non può far altro che ritornare in servizio alla ricerca del paziente zero e del luogo del primo contagio: di scorta ad un immunologo, Gerry Lane inizierà una vera e propria corsa contro il tempo.
Un blockbuster adrenalinico (e apocalittico): questo è World War Z, la trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo di Max Brooks (2006). Un disaster movie diretto da Marc Forster che vede Brad Pitt rivestire il ruolo, oltre che di eroe senza paura, anche di co-produttore.
World War Z è poi diventato videogame: dapprima per dispositivi mobile iOS e Android, il gioco World War Z (2013) è uno spin-off del film; nel 2017, poi, è stato annunciato un gioco per Xbox One, Playstation 4 e PC.




Allied: un’ombra nascosta


Brad Pitt diventa un agente dell’intelligence in Allied: un’ombra nascosta.
La trama di Allied: un’ombra nascosta è questa: il comandante di aviazione franco-canadese Max Vatan viene ingaggiato per fingersi il marito della spia francese Marianne Beausejour. I due hanno una missione precisa: farsi invitare al ricevimento dell’ambasciatore tedesco di Casablanca e assassinarlo. Ma con il successo dell’operazione, arriva anche la scottante verità: fra i due nasce un imprevedibile amore e la pressione della guerra minaccerà la loro segreta unione.
A fianco di Brad Pitt, nel cast di Allied: un’ombra nascosta Marion Cotillard veste i panni di Marianne. Il quarto film di guerra di Brad Pitt ambientato nella Seconda Guerra Mondiale è tratto da una storia vera: lo sceneggiatore, e produttore, Steven Knight ha dichiarato di essersi ispirato a delle vicende che avrebbe appreso all’età di 21 anni. Il risultato è una spy story amorosa, con azione e tensione, che guarda contemporaneamente alla tradizione cinematografica e al presente.

COMMENTI (0)