Festeggia tutti i papà con Infinity!

Anche noi di Infinity vogliamo festeggiare tutti i papà: facciamolo insieme con quattro film tratti dal nostro catalogo, in cui padri diversissimi tra loro sono, ognuno a modo suo, personaggi fondamentali della storia.

 

Indiana Jones e l’ultima crociata: nel terzo film della saga, Indy affianca il padre, Henry Jones Senior, celebre archeologo, nell’avventurosa ricerca del Santo Graal tra Venezia e il Medio oriente, per sottrarlo alle grinfie dei nazisti e dell’affarista statunitense Walter Donovan. La classe di Sean Connery e l’impavido Harrison Ford, diretti da Steven Spielberg, portano sullo schermo una delle coppie padre-figlio meglio riuscite del cinema, mettendo in scena un rapporto conflittuale molto divertente attraverso le ironiche schermaglie tra i due protagonisti.

 

Belli di papà: Vincenzo Liuzzi (Diego Abatantuono) resta vedovo, a Milano, con tre figli ventenni viziati e irresponsabili. Decide allora di fingere la bancarotta fraudolenta della sua azienda e inscenare una fuga della famiglia latitante nelle campagne della Puglia. Qui metterà i figli nelle condizioni di imparare a lavorare e a badare a se stessi. Un padre disposto a tutto per i figli in un’irriverente lezione di vita in forma di commedia spassosa, con Matilde Gioli e Francesco Facchinetti.

 

Buongiorno papà: alla porta di Andrea (Raoul Bova), quarantenne eterno Peter Pan ricco e circondato di donne, bussa un giorno la diciassettenne Layla (Rosabell Laurenti Sellers), rimasta orfana di madre, che dice di essere sua figlia. Andrea, che non ne ha mai saputo nulla, dopo il test del DNA la accoglie in casa insieme allo stravagante – e molto rock - nonno Enzo (Marco Giallini). Inizierà così una convivenza, insieme anche al timido coinquilino Paolo (Edoardo Leo), in cui Andrea imparerà a crescere e diventare padre, conoscendo Layla, e anche se stesso. Edoardo Leo dirige una commedia ricca di personaggi variegati e più complessi di quanto sembri, raccontando l’incontro/scontro tra genitori e figli in modo piacevole e non banale.

 

Tre all’improvviso: Eric (Josh Duhamel), trentenne disinvolto e poco incline alle relazioni stabili, e Holly (Katherine Heigl), bella ma insicura, non sono decisamente fatti l’uno per l’altra. Un coppia di amici in comune prova a farli conoscere e li nomina padrini della figlioletta Sophie. Quando, un anno dopo, i genitori muoiono in un incidente, proprio Eric e Holly sono nominati tutori della piccola e sono quindi costretti a vivere insieme per poterla crescere fino alla maggiore età. Sarà l’inizio di una convivenza inizialmente non facile e piena di sfide, ma regalerà all’inaspettata famiglia emozioni fortissime. Un altro film su una paternità (e un maternità) inattesa, fra difficoltà e scoperte sorprendenti.

 

 

FOTOGALLERY
COMMENTI (0)