Dunkirk: il film sul mito britannico è sul catalogo Infinity

Memorabile, impeccabile, emozionante: il film di Christopher Nolan Dunkirk, vincitore di tre premi Oscar, è su Infinity.


Dunkirk: la trama del kolossal


Maggio 1940. Sono 400.000 i soldati inglesi rimasti sulla spiaggia di Dunkirk. Accerchiati dai tedeschi, da terra, da mare, da cielo, i britannici organizzano un artigianale piano di evacuazione, coinvolgendo anche le imbarcazioni civili. È l’Operazione Dynamo: rispondendo con grande coraggio all’appello del governo di Churchill, soldati e semplici cittadini parteciparono al rimpatrio del contingente.


Dunkirk: il cast


Un botteghino costellato di successi e un cast eccezionale (e non solo): fra gli attori di Dunkirk Cillian Murphy, Tom Hardy, Mark Rylance, Kenneth Branagh, James D'Arcy, ma anche Harry Styles, Aneurin Barnard, Jack Lowden, Barry Keoghan, Fionn Whitehead, Charley Palmer Rothwell, Elliott Tittensor, Brian Vernel, Kevin Guthrie.
In realtà, nel suo intento di realismo quasi documentaristico, Nolan volle trasporre nei più minimi particolari la realtà dei fatti. La maggior parte dei soldati nella battaglia di Dunkirk erano inesperti e così dovevano essere anche gli attori: il regista decise di scritturare attori giovani e sconosciuti per le scene sulla spiaggia.



Dunkirk: il trailer


«Quando 400.000 uomini non poterono tornare in patria, la patria andò a riprenderli»: ecco il trailer del capolavoro di Nolan, che ha trasformato in film una pagina della storia britannica.




La vera storia della battaglia di Dunkirk



La battaglia di Dunkerque si svolse tra il 26 maggio ed il 4 giugno 1940. Per i francesi la guerra era già persa e, nell’offensiva, l’esercito britannico era circondato: davanti a loro l’esercito tedesco, dietro la Manica. Recuperare gli uomini inglesi bloccati sulle rive del Canale era di vitale importanza per permettere di difendere i grandi possedimenti coloniali britannici, dall’estremo Oriente all’Africa.
Unica soluzione possibile per il governo Churchill? Evacuare i soldati via mare. È l’inizio dell’Operazione Dynamo, un’operazione praticamente impossibile sulla carta: le navi inglesi avrebbero dovuto attraversare il Canale, arrivare al porto, caricare i soldati in attesa; il tutto velocemente, per evitare l’attacco tedesco. Anche così facendo, dei 400mila soldati bloccati in Francia, solo 40mila sarebbero stati portati in salvo: fu così che venne fatto appello ai cittadini affinché, i proprietari di imbarcazioni civili, andassero in soccorso del proprio esercito. Il giorno dopo l’appello, centinaia di imbarcazioni civili parteciparono all’operazione di salvataggio a fianco dei cacciatorpediniere della marina.
In tutto, nel corso di nove giorni di operazioni, furono portati in salvo 338mila soldati inglesi e francesi.


Il mito britannico è su Infinity con il film di Nolan, Dunkirk.
COMMENTI (0)