Christopher Nolan rivive la Storia: Dunkirk operazione Dynamo

Da Insomnia al Cavaliere Oscuro fino ad Inception, su Infinity è disponibile l’ultimo film del regista Christopher Nolan, una delle figure più importanti del cinema contemporaneo. Stiamo parlando di Dunkirk, kolossal ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, che ha inserito Nolan tra i più grandi registi della storia del cinema. Questo merito è dovuto alla capacità dell’autore di combinare le migliori caratteristiche dei grandi blockbuster in un cinema di stampo più autoriale.

 

1940, esercito britannico e francese, circondati dalle truppe di Hitler nelle spiagge di Dunkerque situazione disperata. Dunkirk racconta la nota Operazione Dynamo che cercherà di mettere in salvo i 400.000 uomini intrappolati dall’esercito nemico in cui, l’unica via di fuga è il Canale della Manica. L’intera cittadina portuale si mobilita per salvare gli Alleati ma l’operazione è rallentata ancora di più per un bombardamento nemico che metterà a terra i soldati. A fare da sfondo al film è l’umanità di civili e soldati, che useranno tutti i mezzi possibili per salvare anche solo una piccola parte dell’esercito. Scialuppe di salvataggio, barche da pesca e da diporto, tutte indirizzate verso l’isola di Dunkerque per salvare gli uomini dalla Germania nazista.

 

Vincitore di tre Oscar e del David di Donatello come miglior film straniero, Dunkirk è una pellicola diversa rispetto alle classiche storie fantascientifiche e psicologiche che hanno caratterizzato il Nolan degli ultimi anni. Un film che parla di uomini veri, civili, soldati, mossi da un unico istinto: quello della patria. S’impone come kolossal nel genere war movie, riesce a portare lo spettatore nel vivo dell’azione, sin dall’inizio, fino alla sua fine. Piaciuto ai critici ed apprezzato dagli storici, Dunkirk è stato definito come uno dei migliori film degli ultimi anni, in grado di ricostruire con grande accuratezza uno dei periodi più devastanti della storia dell’umanità. Un excursus sui tempi e luoghi in cui è accaduto il più grande conflitto Mondiale; un’occasione per portare lo spettatore dentro l’incubo del 1940.

COMMENTI (0)