Barry Seal: un’ incredibile storia vera

Ispirato all’ incredibile storia vera del pilota americano Barry Seal, è su Infinity Barry Seal: una storia americana.
Nel film, a dare volto al protagonista è il bello ed impossibile Tom Cruise che, oltre ad interpretare Barry Seal, è ormai un evergreen nel panorama degli action film.
Da un’idea di Gerry Spinelli, in Barry Seal: una storia americana, attraverso un lungo flashback viene dato un ritratto estremamente realista di quel pilota diviso tra la legge e narcotraffico.


Nell’ America degli anni ’80 c’è l’uomo più ricco non solo dell’America, ma del mondo. Quell’ uomo è il talentuoso Barry Seal, un ex pilota di linea che è insieme trafficante d'armi per il governo, trafficante di cocaina per il cartello di Medellin guidato dal criminale colombiano Pablo Escobar, e informatore per la DEA. L’incredibile Barry Seal si ritrova così, contemporaneamente, con due piedi in una scarpa: da un lato è coinvolto in una delle più grandi operazioni segrete nella storia degli Stati Uniti diventando un informatore segreto per la CIA mentre, dall’ altro lato prende parte del più grande giro di cocaina al servizio del soldo dei narcotrafficanti messicani di Pablo Escobar, diventando una loro incredibile fonte di guadagno.


Un bellissimo film su un’ incredibile pezzo di storia americano. Barry Seal è un personaggio che è esistito davvero e, attraverso la regia di Doug Liman viene portata in scena com'è stata realmente com'era la vita di Barry Seal e... Dove nascondeva i soldi! Ma oltre all’ incredibile storia vera, attraverso un personaggio realmente esistito viene anche riportata sullo schermo l’ipocrisia dell’America degli anni ’80 in cui tutti cercano di percorrere e raggiungere la strada verso il successo, e dei soldi. Insomma, quell’ american dream che, pur di realizzarlo si è disposti ad entrare a far parte di situazioni paradossali, che portano ad altrettante conseguenze paradossali.
È la storia di un uomo assetato dalla ricchezza e dal sapore del successo, che fugge, sfugge e rifugge alla legge americana ma collabora anche con l’America dei servizi segreti nella risoluzione di problemi esteri.

COMMENTI (0)