100 anni di Alberto Sordi in una collection

Attore, regista, comico, sceneggiatore, compositore, cantante e doppiatore. Alberto Sordi era questo e molto altro ancora. A 100 anni esatti dalla sua nascita, Infinity dedica un’intera collection con i grandi film che hanno reso Sordi tra i più importanti attori del cinema italiano. Qui ve ne consigliamo 3, ma potete trovarne molti altri sfogliando il catalogo Infinity.



I vitelloni: trama e premi


Iniziamo con questo grande film del 1953 diretto dal maestro Federico Fellini. La pellicola ha ottenuto svariati riconoscimenti: il Leone d’Argento a Venezia e 3 Nastri d’Argento tra cui uno come Migliore attore non protagonista proprio al grande Alberto. La storia ruota attorno a un gruppo di cinque giovani uomini tra i 20 ed i 30 anni nella piccola cittadina di Rimini tra la bella vita dell'Italia ricostruita le loro giornate trascorrono all’insegna di luci notturne, donne e automobili. I cinque sono tutti single, disoccupati e mantenuti. Ma tutto è destinato a cambiare quando l'asprezza della vita si paleserà loro sotto forma di una famiglia allargata stanca di portarseli appresso, tra alti e bassi i cinque verranno catapultati nella vita vera, con tutto quel che ne consegue nel bene e nel male.



Il vigile: tra gag e frasi celebri


Sono entrate nella storia le gag di Sordi mentre dirige il traffico, finendo spesso per creare un “assembramento” di veicoli. Tra i dialoghi celebri della pellicola (inizialmente censurati) troviamo questa frase rivolta al figlio del vigile: “È meglio che ti ci abitui da piccolo alle ingiustizie, perché da grande non ti ci abitui più!” e proprio dalle ingiustizie nasce anche la sceneggiatura. Il film uscì nelle sale nel 1960 con la classica dicitura «Ogni riferimento a fatti realmente accaduti è puramente casuale», ma in realtà la pellicola si ispirava a un fatto di cronaca accaduto nel luglio del 1959, quando il vigile Ignazio Melone si permise di multare l’allora questore di Roma. Quest'ultimo si era alquanto risentito così tanto per l'accaduto da rendere la vita del povero vigile infernale, sino a denigrare e scovare gli altarini della sua intera famiglia.



In viaggio con papà: cast e storia


Ultima, ma solo perché più recente, questa pellicola del 1982 che vede Sordi sia regista che protagonista. Al suo fianco, nel ruolo del figlio, Carlo Verdone. Armando e Cristiano sono padre e figlio ed i loro caratteri e le loro vite non potrebbero essere più diversi. Armando è un gran donnaiolo, Cristiano invece è un ragazzone buono e idealista, molto timido e membro entusiasta di un gruppo ecologista. I due partono per una vacanza insieme e durante il viaggio si scontreranno, si confronteranno e si ritroveranno.



Ti auguriamo buona visione e ricordandoti: “Quanno se scherza, bisogna esse’ seri”. Parola di Alberto!

COMMENTI (0)