Su Infinity l’8 Marzo è dedicato alle grandi registe donne

Per la festa della donna Infinity dedica una collection alle grandi registe. In questa occasione vogliamo approfittarne per raccontarti chi c’è dietro la macchina da presa di alcuni grandi film che troverai nel nostro catalogo. Ecco la storia di tre donne che hanno fatto, e continueranno a fare, la storia del cinema.



PATTY JENKINS – Wonder Woman


Inizia la sua carriera realizzando spot e video musicali finendo per dirigere gli episodi di diverse serie tv. Il suo primo importante lungometraggio risale al 2003 e si tratta di Monster, pellicola di cui è anche sceneggiatrice. Il film è tratto dalla storia vera di una serial killer e ha ottenuto un Oscar e un Golden Globe grazie alla magistrale interpretazione di Charlize Theron che per la parte è ingrassata diversi chili. Dopo questo grande successo alla Jenkins viene affidato un compito arduo: dirigere una delle pellicole più importanti del mondo DC. Si tratta di Wonder Woman, quarto film del DC Extended Universe che racconta l’evoluzione della famosa eroina interpretata dalla bravissima Gal Gadot. La pellicola è stata un successo di pubblico e di critica, tanto che l'American Film Institute l'ha inserita tra i dieci migliori film del 2017. Il lavoro della regista è piaciuto così tanto che è stata riconfermata anche per il secondo capitolo della saga Wonder Woman-1984, che uscirà nelle sale proprio quest’anno.



SOFIA COPPOLA – L’inganno e Somewhere


Figlia di Francis Ford Coppola fa il suo esordio cinematografico davanti alla macchina da presa all'età di circa un anno, quando suo padre la porta sul set de Il Padrino. È un amore a prima vista che la porta ben presto a intraprendere l’arte di famiglia. Al suo attivo ha molte pellicole e svariati premi. Se te li sei persi ti consigliamo due tra i suoi più famosi titoli presenti nel catalogo Infinity. Il primo è Somewhere, pellicola del 2010 in parte autobiografica che racconta il rapporto tra un famoso attore e la figlia. Grazie all’opera vince il Leone d’Oro come miglior film alla Mostra del Cinema di Venezia. Il secondo titolo è L’inganno, storia quasi prettamente al femminile ambientata durante la Guerra di Secessione del 1863 con un cast d’eccezione che vanta nomi come Nicole Kidman, Elle Fanning e Kirsten Dust. La storia di queste donne che malgrado la guerra e l’arrivo di un soldato riescono a sopravvivere nella loro magione ha trionfato al Festival di Cannes del 2017 dove Sofia ha vinto il Premio per la miglior regia.



NIKI CARO – La signora dello zoo di Varsavia e North Country


Regista e sceneggiatrice neozelandese, Niki Caro è nota per saper raccontare storie di grandi donne. Proprio questa nomea le ha permesso di divenire la seconda donna nella storia a dirigere un film Disney con un budget sopra i 100 milioni di dollari. La regista infatti ha appena ultimato il nuovo film live-action di Mulan, che uscirà il 26 Marzo nelle sale italiane. In attesa di questa rivisitazione del classico Disney ti consigliamo 2 titoli presenti nel nostro catalogo entrambi tratti dalla storia vera di due grandi donne che la Caro ha voluto far conoscere al mondo. Il primo è North Country – Storia di Josey, in cui ha diretto Charlize Theron ottenendo due nomination agli Oscar interpretando la storia di Josey Aimes che, costretta a lavorare in miniera e a subire violenze e soprusi, decide di ribellarsi iniziando un importante caso giudiziario. Il secondo invece è La signora dello zoo di Varsavia, tratto dal best seller internazionale di Diane Ackerman e ambientato in Polonia durante la seconda guerra mondiale. La protagonista è Antonina Żabiński, donna coraggiosa che nel suo zoo ha dato ospitalità a centinaia di persone perseguitate dai nazisti aiutandoli nella fuga.



Se vuoi conoscere tutte le grandi registe di Infinity sfoglia il nostro catalogo. Dietro una grande donna c’è sempre una grande storia 😉
COMMENTI (0)